< Torna alle News

Creare un'ecosistema virtuale sicuro per la navigazione degli studenti sul web dovrebbe essere una priorità

  • IVO Team

  • 12.06.19

Tutti connessi, sempre e ovunque

Viviamo in una società super veloce, dove tutti sono sempre connessi a internet. Giovanissimi compresi.

L’età in cui si inizia a familiarizzare con smartphone, tablet e computer, infatti, si è notevolmente abbassata.
È diventato comune vedere i bambini delle elementari che vanno a scuola con lo smartphone nello zainetto.

Il risultato è che, spesso, a causa dei cellulari connessi alla rete, l’attenzione in classe è costantemente a rischio.

Insegnare agli studenti un buon utilizzo di internet è la soluzione

Ma come si rapportano i dirigenti scolastici e i professori davanti a questa situazione?
La soluzione più comune è vietare l’utilizzo di dispositivi durante le lezioni, azione troppo spesso senza successo. Occorre trovare una soluzione definitiva e insegnare un utilizzo consapevole di internet, già dalla più tenera età.

Adottare sistemi informatici che blocchino i comportamenti sbagliati in rete

L’obiettivo dei dirigenti scolastici è quello di rapportarsi positivamente a questa nuova situazione, evitando di demonizzare l’utilizzo dei dispositivi connessi a internet. Il web, infatti, è una grande risorsa se utilizzato nel modo giusto. Per questo motivo la scuola, dovendo perseguire scopi formativi ed educativi, ha l’obbligo di monitorare e gestire la navigazione internet degli studenti.

Per farlo ogni struttura deve essere dotata di sistemi informatici preventivi che arginino i comportamenti sbagliati degli studenti.

Creare un ecosistema virtuale sicuro per la navigazione sul web degli studenti

Vietare l’accesso a internet per evitare che gli studenti entrino in siti non adatti (pornografia, violenza etc) non è la soluzione. Guidare gli alunni verso un utilizzo consapevole della rete sì. Oltre a questo, per garantire la sicurezza degli utenti e proteggere le informazioni di ogni persona, è fondamentale creare un ecosistema sicuro.

Filtrare i contenuti per offrire solo il meglio della rete

Creare filtri preventivi sui contenuti a cui possono accedere gli studenti è il primo passo per far in modo che il web diventi uno strumento di apprendimento e condivisione.

Solo in questo modo i giovani utenti potranno avere il meglio di internet. Questo contribuirà ad accrescere il prestigio della scuola. Il risultato? La certificazione digitale dell’istituto e la tranquillità dei genitori, sicuri che i loro figli godranno della massima protezione, anche sul web.

La risposta di Ivolabs

Ivolabs ha sviluppato IVO school, il dispositivo cybersecurity che ha l’obiettivo di schermare tutti gli aspetti negativi della rete e restituire agli studenti una navigazione sicura e piacevole. Scopri di più su IVO school.

Visita il sito e resta aggiornato sulle funzionalità in arrivo!